Laten we beginnen. Het is Gratis
of registreren met je e-mailadres
Turismo Door Mind Map: Turismo

1. è l'azione svolta da coloro che visitano luoghi per vari scopi

2. definizione di

2.1. Turista

2.1.1. è colui che visita un luogo pernottando almeno una notte

2.2. Escursionista

2.2.1. è colui che visita un luogo ma che non pernotta e ritorna a casa entro la notte

3. Movimenti

3.1. Outgoing

3.1.1. indica i residenti italiani che si spostano al di fuori dell'Italia

3.2. Incoming

3.2.1. indica il movimento degli stranieri che vengono in Italia

3.3. Domestic tourism

3.3.1. è il movimento che un residente italiano fa sempre in Italia ma nei pressi della sua abitazione

3.3.1.1. Esempio il signor Rossi abita a Milano e vuole andare al lago di Como in giornata, questo è il turismo domestico

4. Tipologie di turismo

4.1. Leisure

4.1.1. a scopo di svago

4.2. Business

4.2.1. viaggi di lavoro

4.3. Bleisure

4.3.1. è una tipologia ancora in crescita perché permette di intervallare momenti di lavoro con momenti di svago per questo il nome è bleisure sarebbe business e leisure.

4.4. Le varie forme:

4.4.1. Turismo Balneare

4.4.1.1. Praticato solo nelle località vicino alle spiaggie è Stagionale perché il fattore climatico influenza questa tipologia di turismo

4.4.2. Turismo Montano

4.4.2.1. Bistagionaltà

4.4.3. Turismo Lacuale

4.4.3.1. Bistagionalità e molte attività

4.4.4. Turismo Verde

4.4.4.1. contatto con la natura e con le tradizioni rurali

4.4.5. Turismo Culturale e di Studio

4.4.5.1. arricchimento delle proprie conoscenze

4.4.6. Turismo religioso

4.4.6.1. Visite ai luoghi sacri come la città del Vaticano

4.4.7. Turismo enogastronomico

4.4.7.1. Percorsi orientati verso la cultura del bere e mangiare

4.4.8. Turismo termale

4.4.9. Turismo Sportivo

4.4.9.1. Eventi e Gare

4.4.10. Turismo d'affari

4.4.11. Turismo industriale e made in Italy

5. Strutture Ricettive

5.1. alberghiere

5.1.1. evoluzione

5.1.1.1. 1937

5.1.1.1.1. Prima legge di classificazione alberghiera

5.1.1.2. 1983

5.1.1.2.1. introdotte da 1 a 5 stelle

5.1.1.3. 2001

5.1.1.3.1. ogni funzione viene delegata alle regioni

5.1.1.4. 2009

5.1.1.4.1. viene definito uno standard unico nazionale di classificazione alberghiera chiamata Italy Stars and Rating

5.1.1.5. 2011

5.1.1.5.1. viene emanato il codice del turismo che raccoglie la normativa statale di riferimento in materia

5.1.2. Classificazione

5.1.2.1. occore esplicitare quali criteri bisogna prendere in considerazione.

5.1.2.2. Ovvero le stelle

5.1.2.2.1. una volta data la classificazione in stelle è valida per 5 anni poi dopo deve essere rivalutato l'albergo

5.1.3. Tipologie di Strutture ricettive

5.1.3.1. Alberghi di ciittà

5.1.3.1.1. Annuale, allocato nelle grandi città clienti prevalentemente d'affari

5.1.3.2. Alberghi di soggiorno

5.1.3.2.1. stagionale, allocato al mare, montagna e laghi clientela turistica

5.1.3.3. Motel

5.1.3.3.1. Annuale, porti e autostrade clientela di passaggio

5.1.3.4. Villaggi albergo

5.1.3.4.1. stagionale, allocato nelle zone immerse nel verdeo in prossimità del mare clientela turistica

5.1.3.5. Residenze turistico-alberghiere

5.1.3.5.1. stagionale-annuale ubicato in montagna, mare e città clientela affari, studio e turistica.

5.1.3.6. Alberghi Diffusi

5.1.3.6.1. Annuale, ubicato nei centri storici e antichi borghi, clientela singoli coppie in cerca di relax o per motivazioni culturali.

5.1.3.7. Resort

5.1.3.7.1. Stagionale, ubicato in mare, montagna, clientela coppie, famiglie e gruppi

5.1.3.8. Residenze d'epoca

5.1.3.8.1. annuale, ubicato prevalentemente nei centri storici clientela individuali

5.1.3.9. residenza della salute-beauty farm

5.1.3.9.1. stagionale ubicato in località tranquille immerse nel verde clientela varia.

5.2. Extralberghiere

5.2.1. Affittacamere

5.2.1.1. Annuale, città, singoli e coppie che viaggiano per motivi di studio

5.2.2. Bed and Breakfast

5.2.2.1. annuale o stagionale , mare, montagna, città laghi ecc..

5.2.3. Ostelli per la gioventù

5.2.3.1. Annuale, centro città, vicino alle stazioni o in luoghi di interesse culturale, singolo, coppier o piccoli gruppi di amici che viaggiano per motivi culturali di studio o di svago

5.2.4. Agriturismo

5.2.4.1. stagionale e annuale, zone rurali, perevalentemebnte famiglie con figli.

5.2.5. Country House

5.2.5.1. stagionale e annuale, zone rurali, prevalentemente famiglie con figli . offrono anche attrezzature sportive e ricreative. si differenzia dall'agriturismo perché non devono essere gestito per forza da agricoltori

5.2.6. Rifugi alpini

5.2.6.1. stagionale alta montagna clientela turistica.

5.2.7. forestiere per turisti

5.2.7.1. stagionale e annuale, luoghi di villeggiatura estivi e invernali, clientela individuale e di gruppo

5.2.8. all'aperto

5.2.8.1. Villaggi Turistici

5.2.8.1.1. stagionale, tratti di costa clientela turistica.

5.2.8.2. Campeggio

5.2.8.2.1. stagionale annuale, mare, montagna, laghi, clientela turistica.

5.2.8.3. Parchi di Vacanza

5.2.8.3.1. stagionale annuale, mare, montagna, laghi, turistica.

6. Monumenti di monza

6.1. La Torre di Teodolinda è

6.1.1. Si tratta di un edificio che risale al XIII secolo - MEDIOEVALE e che appartenne ai Pessina. La torre è tuttora utilizzata come abitazione privata. A pianta quadrata, è alta tre piani; Negli stipiti laterali del portone esterno sono tuttora sono visibili i cardini di un antico portone. Le finestre sono tuttora sono visibili i cardini di un antico portone. Le finestre sono tuttora sono visibili i cardini di un antico portone. Le finestre ad arco a sesto acuto; al terzo piano infine sono trifore con primo piano sono bifore, quelle del secondo piano sono monofore e al terzo piano sono murati due medaglioni che raffigurano lo stemma medievale di Monza. La torre è stata rimaneggiata verso il 1880.

6.2. Ponte dei leoni

6.2.1. PONTE DEI LEONI - è uno storico ponte sul fiume Lambro, a Monza. Sorge in corrispondenza del più vecchio Ponte d'Arena, di epoca romana, all'epoca in rovina. Il precedente Ponte d'Arena, lungo quasi il triplo con le sue sette arcate, metteva infatti in collegamento trasversalmente le due rive del fiume, garantendo l'accesso alla città attraverso la Torre di Teodolinda. Ai quattro angoli, altrettanti leoni in marmo di Carrara. Il Ponte d'Arena era un ponte romano della città di Monza sostituito nel 1842 dal nuovo ponte dei Leoni- Così chiamato perché si trova nella contrada che in antico era detta d'Arena costituiva il punto di attraversamento del fiume Lambro per i traffici commerciali diretti a nord. La sua costruzione è databile al I secolo d.C. Il ponte era composto di sette archi ribassati.

6.3. Casa della luna

6.3.1. L'edificio si trova in vicolo lambro, la strada più antica della città. Il nome dell'edificio deriva dal fatto che in testa alla trave che sporge sul lato dell'edificio si trova un manufatto che rappresenta una luna. L'antico stemma monzese in epoca comunale infatti, era una luna rossa in campo bianco. La facciata, costituita di travi di legno. La casa è comunque considerato l'edificio civile più antico della città. e' considerata la più piccola galleria d'arte al mondo

6.4. Duomo di Monza

6.4.1. Stile gotico - Dedicato a S. Giovanni Battista, è il monumento cittadino di maggior rilievo. L'attuale edificio sorge sul luogo dove intorno all'anno 595 la regina Teodolinda costruì una basilica. Secondo una leggenda medioevale la regina Teodolinda scelse questo luogo perché le venne indicato in sogno da una colomba: l'unione delle parole Modo (qui) ed Etiam (sì), pronunciate rispettivamente dalla colomba e da Teodolinda, danno origine al nome della città, Modoetia. (pr. Modezia)

6.5. Corona ferrea

6.5.1. è custodita nel tabernacolo dell'altare della cappella di Teodolinda, è tra i manufatti più noti dell'età longobarda. La corona è composta da sei piastre rettangolari incurvate, legate fra loro da cerniere. Ogni piastra ha una decorazione; Il cerchio di metallo bianco fissato all'interno e che dà il nome di 'ferrea' alla corona, secondo la tradizione è stato realizzato con uno dei chiodi della S.Croce. La realizzazione della corona risale probabilmente alla fine del V secolo ed è stata utilizzata ininterrottamente per le incoronazioni da Federico Barbarossa, a Napoleone I e Ferdinando I d'Austria.