Giosuè Carducci

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Giosuè Carducci da Mind Map: Giosuè Carducci

1. (in Italia il rispetto delle tradizioni e del culto dei classici si rafforzano, diventando dominanti.)

2. principale esponente classicista.Nel romanticismo e nei poeti stranieri individua le tendenze da respingere. Secondo lui bisogna prendere esempio dai classici latini e grechi e dalle lezioni di Parini, Alfieri, Monti, Foscolo.

3. nato nel 1835 a Valdicastello in Versilia, tracorre l'infanzia e l'adolescenza nella Maremma toscana

3.1. nel 1853 entra nell'università di Pisa "Scuola Normale Superiore", laureandosi in filosofia e filologia

3.1.1. nel 1860 insegna retorica ma viene sospeso dall'incarico a causa delle sue posizioni politiche repubblicane, nello stesso periodo a Firenze forma il movimento degli "Amici Pedanti"

4. nel 1857 pubblica le sue prime liriche, le "Rime".

4.1. con una influenza dalla letteratura degli autori latini e dai poeti italiani

5. nel 1860 a Bologna il poeta si avvicina al socialismo

5.1. ai suoi versi introduce un'aggrediva polemica contro la chiesa che esprime nel "Inno a Satana" del 1863

6. le nuove poesie, "Rime nuove" del 1887

6.1. sono ispirate da temi intimi e autobiografici e da elementi paesaggistici

7. la caratteristica principale la individuiamo dello sperimentalismo metrico: con "Odi barbare" tenta di rendere in versi italiani la metrica latina e greca

8. nel 1890 viene nominato senatore, Cavaliere di Gran Croce, ed p grazie a questi riconoscimenti che lui ottiene la fama di "poeta-vate"

8.1. nel 1906 vince il premio Nobel per la letteratura

8.2. in questo periodo scrive "Rime e Ritmi" poesie più retoriche

8.2.1. dove compaiono liriche intime turbate dall'imminente morte.

9. muore a Bologna nel 1907