La comune (1871)

Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
La comune (1871) da Mind Map: La comune (1871)

1. situazione

1.1. il 4 settembre 1870, mentre il corpo legislativo, riunito alla notizia di Sedan, deliberava sul da farsi, ci fu una sollevazione popolare

1.1.1. alla testa si trovavano i repubblicani che proclamarono la Repubblica e costituirono un governo di difesa nazionale

1.1.1.1. la Repubblica della capitale avrebbe impiegato diversi anni a farsi accettare dal resto del paese

1.2. nuova rivoluzione + La Comune (esperienza politica originale)

2. nascita

2.1. .

2.1.1. dalla guerra e dalla sconfitta

2.1.2. dalle condizioni che Parigi aveva conosciuto sotto il Secondo impero

2.1.3. dalla sua crescita urbana

2.1.4. dalla crescente pauperizzazione della sua popolazione operaia

2.1.5. dalla sua sempre più accentuata radicalizzazione politica, dall'haussmanizzazione

2.2. dopo le sconfitte dell’estate, Parigi si trovava sulla strada stessa dell’esercito invasore

2.2.1. il 19 cominciò l'assedio

2.2.1.1. la situazione diventò drammatica i 27 settembre, quando capitolò Metz

2.2.1.1.1. la patria era in pericolo e con essa la Repubblica

2.2.1.1.2. i delegati della sezione parigine dell’Internazionale si rivolsero al popolo tedesco con un messaggio che ricordava cosa la Francia da sola aveva saputo fare contro l’Europa coalizzata

2.2.1.1.3. fiorire in ogni arrondissement di comitati di vigilanza repubblicani e socialisti, che diedero vita a un Comitato centrale

2.2.1.1.4. 31 ottobre, alla notizia della capitolazione di Metz e di un’infelice sortita della truppa contro i Prussiani, gruppi di uomini armati scesero sull’Hôtel de Ville e reclamarono la sostituzione del governo

2.3. la Comune non nacque però durante l’assedio, né dall'organizzazione di vigilanza rivoluzionaria

2.3.1. i risultati del plebiscito cui Parigi era stata sottoposta il 3 novembre mostrarono che le forze rivoluzionarie restavano per il momento senza troppo seguito

2.3.1.1. scoppiò successivamente una nuova insurrezione provocata dalla capitolazione e dalle minacce che pesarono sulla repubblica

2.3.1.1.1. l’armistizio firmato il 28 gennaio 1871 con il governo prussiano prevedeva il disarmo di Parigi e l’occupazione della città

2.4. le lezioni dell’8 febbraio 1871 furono la rivincita della Francia rurale e conservatrice sulla capitale rivoluzionaria

2.4.1. Thiers venne nominato «capo del potere esecutivo della repubblica» e incaricato di trattare con il nuovo stato tedesco

2.4.2. costituito spontaneamente un Comitato centrale della guardia nazionale che aveva animato ovunque la difesa della Repubblica e cercato d’impedire il disarmo popolare

2.4.2.1. tale organismo diresse una nuova insurrezione nel 18 marzo

2.4.2.1.1. causa: tentativo del governo di far riprendere i cannoni della guardia nazionale e la reazione che ciò aver provocato tra la popolazione

2.4.2.1.2. governo ed esercito abbandonarono la città rifugiandosi a Versailles

2.4.2.1.3. l’insurrezione non fu stata preparata dalle forze rivoluzionarie che soltanto nei giorni successivi giunsero a esse l’adesione del Comitato centrale e della sezione francese dell’Internazionale

2.4.2.1.4. il Comitato centrale della guardia nazionale non pensò affatto a marciare su Versailles, preoccupato di non scatenare la guerra civile

2.5. alle elezioni del 26 marzo, la Comune uscì dal voto dei quartieri popolari dell’est, del nord, in misura minore del sud

2.5.1. da questi uomini (giacobini, internazionalisti, socialisti utopisti) fu formata l’assemblea della Comune, consiglio municipale, ma al tempo stesso governo rivoluzionario

2.5.1.1. tutti erano anche d’accordo su alcuni principi, che sarebbero rimasti il testamento politico della Comune

2.5.1.1.1. scelta per elezione o per concorso, con responsabilità e diritto permanente di controllo e di revoca, dei funzionari di qualsiasi ordine

2.5.1.1.2. garanzia assoluta della libertà individuale e della libertà di coscienza

2.5.1.1.3. intervento permanente dei cittadini negli affari politici con libera manifestazione delle loro idee, libera difesa dei loro interessi

2.5.1.1.4. organizzazione della difesa affidata alla guardia nazionale, con libera elezione dei suoi capi

3. termine

3.1. riferimento alla Comune del 1792-93

3.1.1. autogoverno della città di Parigi, come governo rivoluzionario della Francia

3.2. altro significato presente soprattutto ai militanti operai ed era quello della comune come nucleo politico di base

3.2.1. fioritura d’innumerevoli centri d’attività politica

4. "settimana sanguinosa" e la fine della Comune

4.1. Parigi fu di nuovo stretta d’assedio, dopo l’esplosione di libertà, d’attività politica dei primi giorni, e fu penetrata dall'esercito versiliese il 21 maggio

4.1.1. cominciò la «settimana di sangue» (21-28 maggio)

4.1.1.1. i versailliesi s’abbandonarono al massacro, fucilando chiunque catturassero

4.1.1.2. i comunardi difesero palmo a palmo la città, incendiando gli edifici man mano che si ritiravano, uccidendo gli ostaggi

4.2. la tragica fine della Comune, lasciò nel movimento operaio francese una lunga scia di terrore e di odio e favorì la nascita della Terza Repubblica

4.2.1. aveva mostrato ai liberali che, a ristabilire l’ordine, poteva anche non essere necessaria la monarchia