Iniziamo. È gratuito!
o registrati con il tuo indirizzo email
Rocket clouds
ESAME da Mind Map: ESAME

1. Solo una minima parte del territorio egiziano viene usato per l'agricoltura cioè la valle del Nilo e riesce a soddisfare il fabbisogno locale e una piccola parte viene esportata

2. Sul Carso iniziò a tenere un taccuino di poesie che furono poi stampate grazie all'aiuto di un ufficiale suo amico. Questa raccolta di poesie si chiama "Raccolta di naufragi"

2.1. Nacque ad Alessandria d'Egitto da genitori italiani l'8 febbraio 1888. Si trovavano in Egitto perché lavoravano alla realizzazione del canale di Suez. Nel 1912 si trasferì in Francia e a Parigi frequentò la Sorbona e il Collège de France. Morì a giugno del 1970

3. Educazione fisica

3.1. ll nome Giochi olimpici è stato scelto per ricordare gli antichi Giochi olimpici che si svolgevano nella Grecia antica presso la città di Olimpia, nei quali si confrontavano i migliori atleti greci.

3.2. Cosa sono i giochi olimpici

3.2.1. I giochi olimpici sono un evento sportivo quadriennale che prevede la competizione tra i migliori atleti del mondo in quasi tutte le discipline sportive praticate nei cinque continenti.

3.2.2. La bandiera olimpica, uno dei simboli più riconosciuti al mondo, raffigura cinque anelli intrecciati, che simboleggiano i cinque continenti. I colori scelti sono presenti nelle bandiere di tutte le nazioni, quindi la loro combinazione simboleggia tutti i Paesi, mentre l'intreccio degli anelli rappresenta l'universalità dello spirito olimpico.

3.2.3. I primi giochi olimpici si svolsero nel 776 a.C. ad Olimpia e vennero vietati nel 393 d.C.

3.3. Scienze

3.3.1. DNA

3.3.1.1. Spiego cosa è il DNA, la sua importanza, e che non ci sono differenze vere razze che si differenziano nel mondo

4. Tecnologia

4.1. L'impianto elettrico

4.1.1. L'impianto elettrico fatto in classe e la funzione in un edificio

5. Musica

5.1. L'inno d'Italia

5.1.1. è un canto risorgimentale scritto da Goffredo Mameli e musicato da Michele Novaro nel 1847. Il brano, un 4/4 in si bemolle maggiore, è costituito da sei strofe e da un ritornello che viene cantato alla fine di ogni strofa.

6. Geografia

6.1. L'Africa

6.1.1. Popolazione

6.1.1.1. In Africa vive circa 1 miliardo di persone e il tasso di fertilità è il più alto del mondo ma anche la mortalità infantile è molto alta ed è causata dalla mancanza di acqua che comporta a scarsa igiene, i vaccini coprono solo poche malattie e in pochi vi hanno accesso. Ci sono etnie religioni e tradizioni diverse.

6.1.2. L'economia

6.1.2.1. L'agricoltura è alla base dell'economia di alcuni paesi e molte coltivazioni sono destinate all'esportazione come cacao, arachidi. olio di palma, caffè e cotone. Mentre invece le coltivazioni alimentari destinate al fabbisogno interno, sono insufficienti per il fabbisogno alimentare di tutta l'Africa e uno dei problemi maggiori è la siccità.

6.1.2.1.1. La densità di popolazione è molto bassa :34%, questo vuol dire che le persone vivono in centri urbani molto abitati e ci sono luoghi in cui le condizioni di vita sono più difficili

6.1.2.1.2. Ci sono anche molte risorse minerarie: oro, diamanti, cobalto, uranio e rame. Ci sono anche molte risorse energetiche: petrolio e gas naturale

6.1.2.2. Nonostante l'Africa sia ricchissima di materie prime, le zone industriali per sfruttarne le potenzialità sono pressoché inesistenti, gli unici siti sono destinati all'agricoltura e ai tessuti salvo pochissime raffinerie .

6.1.2.2.1. La popolazione è di 80 milioni di abitanti ed è in continua crescita e risiede soprattutto nei centri maggiormente abitati

6.2. L'Egitto

6.2.1. Parte fisica

6.2.1.1. Il territorio dell'Egitto è molto fertile sulle coste e lungo la valle del Nilo, la parte a sud-ovest è essenzialmente desertica e quindi spopolata.

6.2.2. La popolazione

6.2.3. L'economia

6.2.3.1. L'industria è soprattutto alimentare, chimica, siderurgica e petrolchimica perché il petrolio è la più importante merce da esportazione

7. Storia

7.1. 1a Guerra mondiale

7.1.1. In Italia nel 1914 c'era il dubbio se intervenire o rimanere neutrale perciò il parlamento votò e decise di intervenire

7.1.2. Come inizia

7.1.2.1. Nel 1914 tutte le nazioni europee avevano rinforzato i propri eserciti ecc... a quell'epoca prevaleva l'ideologia del nazionalismo: la scintilla che scatena tutte le guerre. Il 28 giugno 1914 a Sarajevo ci fu un attentato che tolse la vita a Francesco Ferdinando e sua moglie il quale era destinato a salire sul trono asburgico. L'Austria però non diede la colpa all'attentatore ma all'intera nazione. Così impose un ultimatum ma la Serbia lo respinse e così scoppiò la guerra.

7.1.2.1.1. Il turismo è molto sviluppato ed è di 2 tipi: culturale e balneare

7.1.2.1.2. Schieramenti

7.1.2.2. La Germania aveva programmato una guerra difensiva a oriente mentre a occidente una guerra offensiva e si doveva trattare di una guerra lampo quindi il 4 agosto i tedeschi passarono per il Belgio (paese dichiaratosi neutrale). I Francesi intanto si erano già preparati e si combatté una dura battaglia: la battaglia della Marna. La Francia ebbe la meglio e questa guerra non era come si pensò una guerra lampo ma una guerra mondiale.

7.1.2.2.1. L'Italia

7.1.2.2.2. Obiettivi dell'Italia

7.1.2.2.3. Nuove svolte

7.1.2.2.4. Anche le donne erano in guerra

7.1.2.2.5. Il momento più difficile

7.1.2.2.6. Anche gli Stati Uniti entrano in guerra

7.1.2.2.7. La Russia esce

7.1.2.2.8. Un'altra difesa della Francia

7.1.2.2.9. L'ultimo bilancio

8. Italiano

8.1. Giuseppe Ungaretti, poeta ermetico

8.1.1. Vita

8.1.1.1. Nel 1914 scoppiò la prima guerra mondiale e lui vi partecipò a partire dal 1915 (quando l'Italia entrò in guerra) come volontario per capire il senso della vita

8.1.1.2. Combatte tra Austria e Italia

8.1.2. Poesie

8.1.2.1. Nella poesia "i fiumi" troviamo dei costanti riferimenti alle sue esperienze di vita: il Nilo perché lui era nato in Egitto, il Serchio l'origine della sua famiglia, la Senna i suoi studi a Parigi, l'Isonzo la prima guerra mondiale.

8.1.3. L'Ermetismo

8.1.3.1. La corrente letteraria di cui faceva parte e ne è stato uno dei maggiori esponenti, è l'Ermetismo

8.1.3.2. Deriva da Hermes: messaggero degli dei; i messaggi che, questo "Postino" portava erano: brevi, di difficile interpretazione, misteriosi, chiusi in se stessi

9. Arte

9.1. Descrizione artistica

9.1.1. Forme uniche della continuità nello spazio

9.2. Moneta 20 centesimi

9.2.1. Chissà quante volte la abbiamo tenuta tra le dita, nascosta nelle tasche dei nostri pantaloni o dimenticata nel salvadanaio. Ma ci siamo mai chiesti cosa raffiguri?

9.3. Su un lato di questa moneta troviamo l'emblema del futurismo italiano "Forme uniche della continuità nello spazio". Quest'opera fu realizzata in gesso dall'artista; ma dopo la sua morte l'amico Marinetti si adoperò affinché ne venissero fatte alcune copie in bronzo.

9.3.1. Rappresenta il movimento e la fluidità di un uomo mentre cammina. Nelle linee scultoree di quest'opera, si intravedono parte della muscolatura e i drappeggi degli abiti dovuti al movimento. Il movimento e la velocità erano la priorità artistica del futurismo. Boccioni riuscì con quest'opera a rendere la scultura "non mummificata" come lui scrisse ad un amico.

9.4. Autore

9.4.1. Umberto Bocicioni

9.4.1.1. Biografia

9.4.1.1.1. Nacque a Reggio Calabria il 19 ottobre 1882 e morì a Verona nel 1916, è stato un pittore e scultore italiano esponente di spicco del futurismo

10. Spagnolo