LA RIVOLUZIONE FRANCESE (1789-1799)

Get Started. It's Free
or sign up with your email address
LA RIVOLUZIONE FRANCESE (1789-1799) by Mind Map: LA RIVOLUZIONE FRANCESE (1789-1799)

1. MOTIVO SCATENANTE

1.1. CRISI AGRICOLA E FINANZIARIA, AUMENTO DELL'IMPOSIZIONE FISCALE

1.2. LUIGI XVI CONVOCA GLI STATI GENERALI: NOBILTÀ CLERO TERZO STATO (95% DEL POPOLO)

1.3. IL RE VOLEVA CAPIRE L'ORIENTAMENTO DEL POPOLO ATTRAVERSO I QUADERNI DI DOGLIANZE

1.4. NOBILTÀ E CLERO CHE AVEVANO INTERESSI COMUNI CHIEDONO DI VOTARE ASSIEME AL TERZO STATO

1.5. VOTO PER TESTA : OGNI PERSONA DEI TRE ORDINI ESPRIMEVA UN VOTO PROPRIO

1.6. IL RE TOLSE LA FACOLTÀ AL TERZO STATO DI RIUNIRSI

1.7. SI RIUNISCONO NELLA SALA DELLA PALLACORDA E NASCE L'ASSEMBLEA NAZIONALE

1.8. Il IL RE SI VEDE COSTRETTO A CONVOCARE UNA NUOVA FORMA DI PARLAMENTO

1.9. NASCITA DELL'ASSEMBLEA COSTITUENTE : COMPITO DI SCRIVERE LA COSTITUZIONE

1.10. NASCITA DELLA GUARDIA NAZIONALE

1.11. 1789 : PRESA DELLA BASTIGLIA E ASSALTO AL PALAZZO REALE DI VERSAILLES

1.12. INIZIO DELLA RIVOLUZIONE

2. FASE MONARCHICO COSTITUZIONALE (1789-1792)

2.1. CLUB : COVI DEI PARTITI POLITICI

2.1.1. si riunivano

2.1.1.1. GIACOBINI, repubblicani FOGLIANTI, monarchico-costituzionali CORDOGLIERI, repubblicani SANCULOTTI, difensori della democrazia diretta

2.2. LUIGI XVI, ALLEATO CON FRANCIA, PRUSSIA E AUSTRIA, METTE IN ATTO LA CONTRORIVOLUZIONE

2.2.1. Strage di Campo Marte

2.3. 1792: L'ASSEMBLEA LEGISLATIVA PROCLAMA PATRIA IN PERICOLO

2.4. ASSALTO DEL MUNICIPIO HOTEL DE VILLE DA PARTE DI SANCULOTTI E MARSIGLIERI

2.4.1. che insediarono

2.4.1.1. LA COMUNE INSURREZIONALE

2.5. LUIGI XVI FU IMPRIGIONATO NELLA PRIGIONE DEL TEMPIO

2.6. STRAGI DI SETTEMBRE

2.6.1. uccisi tutti i sospettati che tramavano contro la rivoluzione

2.6.1.1. Negazione dei valori illuministici

3. IPOTESI

3.1. SE LA CLASSE SOCIALE PROTAGONISTA FU LA BORGHESIA

3.2. SE FOSSE STATA UN'AFFERMAZIONE O UNA NEGAZIONE DEI VALORI ILLUMINISTICI

3.3. SE FOSSE STATA UNA RIVOLUZIONE OCCIDENTALE ATLANTICA CHE COINVOLSE L'INTERA EUROPA

4. FASE REPUBBLICANA DEMOCRATICA (1792-1794)

4.1. NASCITA DELLA CONVEZIONE NAZIONALE

4.1.1. nuova assemblea costituente composta da

4.1.1.1. GIRONDINI MONTAGNARDI DEPUTATI DELLA PIANURA O PALUDE

4.2. 21 GENNAIO 1793 : FU GHIGLIOTTINATO LUIGI XVI

4.2.1. Negazione del diritto civile e penale di Cesare Beccaria

4.3. INSURREZIONE DELLA VANDEA

4.3.1. contadini e ceti borghesi contro la leva obbligatoria

4.4. I GIACOBINI ASSUMONO IL CONTROLLO DELLA CONVENZIONE

4.4.1. attaccarono 60 dipartimenti della Francia con a capo i girondini

4.4.1.1. perché pensavano che la colpa di tale crisi economica dovuta al liberismo fosse dei girondini

4.5. NASCITA DEL COMITATO DI SALUTE PUBBLICA

4.5.1. 9 deputati

4.5.1.1. che concentrarono in sé i 3 poteri

4.6. OMICIDIO DI MARAT : CORDIGLIERE, PADRE DELLA RIVOLUZIONE

4.7. ROBESPIERRE ESPONENTE DEI GIACOBINI ENTRA NEL COMITATO DI SALUTE PUBBLICA

4.7.1. confiscó i terreni del clero adottó il maximum, regolamento del prezzo dei cereali

4.8. 1793: FU GHIGLIOTTINATA MARIA ANTONIETTA, MOGLIE DI LUIGI XVI

4.9. SCRISTIANIZZAZIONE

4.9.1. le chiese furono chiuse e adibite al culto della Dea Ragione

4.10. ISTITUZIONE DI UN NUOVO CALENDARIO REPUBBLICANO

4.10.1. 22 settembre 1792 : anno primo

5. FASE REPUBBLICANA MODERATA (1794-1799)

5.1. INIZIO DEL GRANDE TERRORE

5.1.1. dittatura personale di Robespierre

5.1.1.1. istituzione del tribunale rivoluzionario

5.2. VITTORIA FRANCESE A FLEURUS

5.3. I DEPUTATI DELLA PALUDE CONGIURARONO PER SBARAZZARSI DI ROBESPIERRE

5.3.1. che fu ghigliottinato

5.3.1.1. si scatenó la caccia ai giacobini e sanculotti

5.4. TERRORE BIANCO

5.4.1. Fu abolito il maximum, reintrodotto il liberismo e furono stipulati trattati di pace con Paesi Europei

5.5. DICHIARAZIONE DEI DIRITTI E DEI DOVERI

5.6. DIVISIONE DEI 3 POTERI

5.6.1. potere esecutivo affidato a un DIRETTORIO DI 5 MEMBRI

5.7. COSTITUZIONE REPUBBLICANA DELL'ANNO III

5.7.1. porre fine alla democrazia giacobina