PERCORSI DIDATTICI "IL POTERE" TPSEE, STORIA, ELETTROTECNICA

Percorsi didattici-"il potere"-tpsee-storia-elettrotecnica

Get Started. It's Free
or sign up with your email address
Rocket clouds
PERCORSI DIDATTICI "IL POTERE" TPSEE, STORIA, ELETTROTECNICA by Mind Map: PERCORSI DIDATTICI "IL POTERE" TPSEE, STORIA, ELETTROTECNICA

1. TPSEE

1.1. diagramma di carico Il carico identifica il fabbisogno di energia elettrica da parte di un'utenza. Generalmente ci si riferisce all'energia nell'unità di tempo, cioè alla potenza e, fondamentalmente, alla potenza attiva (kW) responsabile dell'effettiva energia trasferita all'utilizzatore.

1.2. in base alle apparecchiature presenti ed al modo con cui si prevede funzioneranno a pieno regime, occorre trovare un criterio per stabilire quale potenza considerare, per dimensionare il trasformatore, le linee, o definire la potenza contrattuale con il fornitore di energia. La somma delle potenze nominali di tutte le apparecchiature andrebbe sicuramente bene, ma, come già detto, il valore sarebbe eccessivo per due ragioni

1.3. fattore di utilizzazione

1.4. fattore di contemporaneità

1.5. APPARECCHI PER LA GESTIONE DEI CARICHI ELETTRICI

2. TPSEE

2.1. RIFASAMENTO

2.1.1. Viene definito rifasamento qualsiasi procedimento atto a incrementare o comunque modificare il fattore di potenza (indicato col simbolo cos φ) di un qualsiasi carico, in modo da ridurre, considerandolo a potenza attiva assorbita, il valore di tutta la corrente che circola all’interno dell’impianto. Lo scopo principale del rifasamento è quello di ridurre, in generale, gli sprechi di energia all’interno del sistema, oltre che le forze apparenti.

2.1.2. obbligo del rifasamento

2.1.2.1. Per gli impianti in bassa tensione e con potenza impegnata maggiore di 15 kW:

2.1.2.1.1. quando il fattore di potenza medio mensile è inferiore a 0,7 l'utente è obbligato a rifasare l'impianto

2.1.2.1.2. quando il fattore di potenza medio mensile è compreso tra 0,7 e 0,95 non c'è l'obbligo di rifasare l'impianto ma l'utente paga una penale per l'energia reattiva

2.1.2.1.3. quando il fattore di potenza medio mensile è superiore a 0,95 (e quindi, anche inferiore ad 1) non c'è l'obbligo di rifasare l'impianto e non si paga nessuna quota d'energia reattiva.

2.1.3. IL DIDTRIBUTORE SI TROVA COSTRETTO AD EROGARE UNA MAGGIORE CORRENTE A PARITA DI POTENZA

3. STORIA

3.1. A FINE 800 CON LA CRISI DI IDENTITA DELLA BORGHESIA, SI HA UNO SFASAMENTO TRA LE CLASSI BORGHESI, DOMINANTI E IL RESTO DELLE CLASSI SOCIALI, IN PARTICOLARE CON IL PROLETARIATO

3.1.1. FATTORI SCATENANTI LE GUERRE E LE DITTATURE

4. ELETTROTECNICA

4.1. potenza attiva

4.2. potenza reattiva

4.2.1. Nei sistemi a corrente alternata, molti carichi - in particolare i motori - fanno sì che si crei uno sfasamento fra la tensione e la corrente, sfasamento che riduce la capacità del sistema di utilizzare l'energia per svolgere lavoro utile- misurata in VAR (o var), che sta per "voltampere reattivi"_ può essere compensta da carichi capacitivi

4.3. potenza apparente

4.3.1. La potenza apparente è la somma quadratica della potenza attiva, o reale, e della potenza reattiva

4.4. fattore di potenza

4.4.1. rapporto potenza attiva (in kW)/potenza apparente (in kVA)